​MARCO PAPA “SOMMO UOMO” ​

Palermo – giovedì 14 giugno alle – ore 18.00 nel contesto delle manifestazioni legate a Palermo Capitale della Cultura, la Direttrice del Polo Museale regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo, Valeria Patrizia Li Vigni ed il curatore Bruno Corà, presenteranno al pubblico l’installazione con realtà VR dal titolo Sommo Uomo dell’artista Marco Papa.

Nella vetrina di Palazzo Belmonte Riso, ​ una ​seduta in bronzo, omaggio dell’artista al “Pensatore di Rodin”, installata davanti ad un grande disegno su carta, che ritrae un orizzonte sul mare, rappresenta la prima tappa di futuri progetti ideati dall’artista.

Gli appuntamenti di Marco Papa, nel corso dell’Estate 2018 dopo l’inaugurazione palermitana, saranno in diverse località siciliane: Palermo, Favignana, Pantelleria, Erice e Palermo.

A termine dell’intero ciclo di eventi verrà pubblicato dal Museo Riso il libro Disegno Realtà / Drawing Reality di 300 pagine a colori con testo introduttivo del critico d’arte Bruno Corà.

Il Progetto, patrocinato dall’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, organizzato da Mesime con il coordinamento generale di Stefania Giacchino e Maria Letizia Cassata, è stato realizzato grazie al sostegno di Banca Mediolanum, della Nino Castiglione con il marchio Tonno Florio ed al contributo tecnico di Ardaco Productions e Santoro Marmi.

L’opera avrà come ultima tappa il Golfo di San Cusumano ad Erice, dove l’artista con l’Associazione L’Uomo sulla Terra collocherà la scultura seduta, coinvolgendo con un’operazione mediatica i cittadini, gli enti locali e le realtà produttive imprenditoriali, trasformando un pezzo di costa abbandonato della Sicilia, in un “lembo di Universo bagnato dal Mare”, per ricordare che la nostra Terra e il nostro Mare sono patrimoni da salvaguardare, con l’obiettivo di avere sempre Orizzonti Puliti e Grandi Visioni.

Il progetto Sommo Uomo, aiuterà a mettere le basi al progetto Al Di Là Del Mare, che riqualificherà un territorio più ampio coinvolgendo altri artisti.

Valeria Patrizia Li Vigni direttrice del Polo dichiara:

“Il progetto di Marco Papa è in totale assonanza con gli obbiettivi del Polo d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo in quanto ha creato un sistema tra istituzioni pubbliche diffondendo un messaggio di tutela e salvaguardia della natura, dell’uomo, delle celebrazioni rituali e dell’utilizzo delle nuove tecnologie.”

Il progetto curato da Bruno Corà si svolge in concomitanza con l’apertura di Manifesta e rientra nella programmazione di Palermo Capitale della Cultura.

Marco Papa è uno dei primi iscritti al nostro Archivio degli artisti siciliani e ciò rappresenta per noi motivo di orgoglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *